Aggiornamenti giurisprudenziali

Aggiornamenti giurisprudenziali

CANCRINI E PARTNERS

Aggiornamenti giurisprudenziali

Una selezione degli aggiornamenti giurisprudenziali offerta dal team di avvocati dello Studio Legale Cancrini e Partners. In questo modo i nostri clienti e i nostri lettori hanno uno strumento che permetterà loro di rimanere sempre aggiornati sulle ultime e più importanti sentenze che riguardano i nostri settori.

Tar Lazio roma

TAR Lazio, Sez. III, 27.11.2020, n. 12696

La pronuncia in commento ha per oggetto una procedura aperta telematica finalizzata all’affidamento della “fornitura di un servizio di transito IP per il punto di presenza (POP) di Milano del Registro e per altri POP internazionali”. Nel caso in esame, il ricorrente aveva presentato richiesta di accesso agli atti della procedura per verificare la correttezza

TAR Campania

TAR Campania, Napoli, Sez. V, 27.11.2020, n. 5595

Con la sentenza in epigrafe, la Quinta Sezione del TAR Campania, sede di Napoli, si è pronunciata in merito ai limiti applicativi dello strumento di cui all’art. 106 del D.Lgs. 50/2016, relativo alla sopravvenienze di circostanze imprevedibili e sopravvenute in fase di esecuzione di un contratto pubblico, delimitando l’estensione del c.d. jus variandi dell’Amministrazione. Invero, il ricorso

tar Emilia Romagna

TAR Emilia Romagna, Bologna, Sez. II, 3.12.2020, n. 800

Con la pronuncia in commento, il TAR emiliano ha avuto modo di chiarire che la dichiarazione con cui il RTI specifica le parti del servizio che saranno eseguite dai singoli componenti è un elemento che attiene all’offerta: i membri assumono dunque un impegno giuridicamente vincolante nei confronti della Stazione appaltante in vista dell’eventuale attuazione del

tar Emilia Romagna

TAR Piemonte, Torino, Sez. II, 19.11.2020, n. 742

Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte, con sentenza n. 742 pubblicata lo scorso 19 novembre 2020, si è pronunciato sulla questione relativa alla ammissibilità o meno di procedere a plurime sostituzioni dell’impresa ausiliaria. Più specificatamente, i Giudici amministrativi si sono pronunciati in merito alla lamentata violazione dell’art. 89, comma 3, del Codice dei contratti

Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato

Consiglio di Stato, sez. V, 19.11.2020, n. 7182

Con la sentenza in epigrafe, il Consiglio di Stato si è pronunciato in ordine alla legittimità del ricorso al criterio del minor prezzo nell’ambito di una procedura per l’affidamento di forniture. Il Collegio ha, innanzitutto, ricordato che, ai sensi dell’art. 95, comma 4, lett. b, del D.lgs. n. 50/2016, possono essere aggiudicati con il criterio

Consiglio di Stato

Consiglio di Stato, 27.10.2020, n. 7000

La sentenza in argomento ha esaminato il ricorso proposto dinanzi al Consiglio di Stato avverso la sentenza del TAR che aveva rigettato l’impugnazione degli atti di gara da parte di una impresa che era stata esclusa per violazione dei principi sanciti degli artt. 80 e 85 del D.Lgs. n. 50 del 2016 in tema di

Consiglio di Stato

Consiglio di Stato, Sez. V, 3.11.2020, n. 6786

Con la sentenza in rassegna, il Consiglio di Stato si è pronunciato sul tema dell’indicazione, nell’offerta economica, della quantificazione del costo della manodopera per l’esecuzione del contratto di appalto. L’art. 95, comma 10, D.Lgs. n. 50 del 2016 dispone testualmente: “Nell’offerta economica l’operatore deve indicare i propri costi della manodopera e gli oneri aziendali concernenti

Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato

Consiglio di Stato, sez. IV, 18.11.2020, n. 7161

Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale, ha rimesso alla Corte di Giustizia dell’Unione Europea la questione sulla compatibilità della normativa Comunitaria in ordine all’affidamento del servizio di gestione dei rifiuti urbani ad una società in house che, a seguito di legittime operazioni societarie di aggregazione, non possegga più il requisito del controllo analogo. Il Consiglio di Stato

Tar Lazio roma

TAR Lazio, Roma, Sez. I-bis, 26.10.2020, n. 10912

Con ricorso dinanzi al TAR Lazio – Roma, una società impugnava il provvedimento di aggiudicazione in favore di altra società concorrente per violazione e falsa applicazione degli artt. 83 e 89 D.Lgs. n. 50/2016. In particolare, la ricorrente lamentava la mancata indicazione – e, comunque, la genericità – nel contratto di avvalimento tra l’aggiudicataria e

Tar Lazio roma

TAR Lazio, Roma, Sez. II, 03.11.2020, n. 11344

Con un’interessante sentenza del 3 novembre 2020, la Seconda Sezione del TAR Lazio, Roma, si è espressa in merito alla possibile derogabilità di una clausola, contenuta nel disciplinare di gara, che prevede un numero massimo di lotti che ciascun concorrente può aggiudicarsi. Segnatamente, con la sentenza in rassegna, il TAR ha stabilito che, ove il disciplinare di

Studio Legale Cancrini e Partners

Piazza di S. Bernardo, 101 – 00187 – Roma (Italy) – Partita Iva 07128870586 

Telefono: +39 0688809971
Email: studio@cancriniepartners.it
Fax: +39 0656561640
Privacy Policy
Cookie Policy

Foto Piazza S. Bernardo: Giorgio Galeotti

Studio Legale Cancrini e Partners

Piazza di S. Bernardo, 101 – 00187 – Roma (Italy) – Partita Iva 07128870586 

Telefono: +39 0688809971
Email: studio@cancriniepartners.it
Fax: +39 0656561640
Privacy Policy
Cookie Policy

Foto Piazza S. Bernardo: Giorgio Galeotti

Torna su